Domegge di Cadore

Tutto il meglio delle Dolomiti e del Cadore

Approfondimenti

Risparmiare sulle vacanze con le detrazioni statali

Molte volte le spese familiari, il nostro stile di vita e le innumerevoli tasse che lo Stato introduce sembrano restringere di molto il budget che decidiamo annualmente di dedicare ai nostri viaggi. Proprio per questo parte la rincorsa al metodo che ci possa consentire di massimizzare di risparmiare sulle spese giornaliere che affrontiamo così da riuscire a mettere da parte ulteriori finanze da spendere con tranquillità durante le tanto agognate vacanze o le escursioni fuori porta che con il passare degli anni diventano sempre più costose.

Ma è sempre necessario sacrificare la quotidianità a vantaggio del budget per le vacanze? La risposta non è univoca in quanto, dal mio punto di vista, bisogna senza ombra di dubbio fare molta attenzione alle nostre spese quotidiane evitando soprattutto di acquistare cibi/prodotti che magari non consumeremo, ma esiste un altro metodo che ci potrebbe far rientrare in tasca un bel po’ di soldini,  vi state chiedendo quale?

Usufruire delle detrazioni fiscali

Le Tasse sappiamo che vengono pagate perché servono a remunerare i costi per l’operatività dei Servizi necessari ed essenziali che lo Stato mette in campo per la collettività e che il singolo non potrebbe, mediante le sue finanze, permettersi come, l’Assistenza Sanitaria, la Scuola, le Strade, gli organi di Polizia e quindi la salvaguardia della nostra incolumità e molto altro ancora.

Non tutti sanno però che potrebbero risparmiare riducendo l’ammontare delle Tasse che annualmente versano allo Stato e che sono sia funzione della RAL che percepiscono che di ulteriori altre voci di spesa semplicemente usufruendo delle Detrazioni Fiscali.

Queste consentono, con percentuali diverse, di poter portare in detrazione dalle tasse una quota della spesa sostenuta per vedersela rimborsata mediante la dichiarazione dei redditi che annualmente eseguiamo.

Ad esempio, quella più famosa che sicuramente conoscete è la detrazione in ambito medico che consente di poter detrarre il 19% delle spese sostenute in ambito medico e sanitario(visite specialistiche ed esami diagnostici di laboratorio) e sull’acquisto di farmaci, ma l’elenco delle detrazioni di cui si può usufruire è davvero vasto e va dalle spese veterinarie che affrontiamo per la cura dei nostri amici animali, alle spese per l’istruzione dei figli, alle spese universitarie e per l’affitto degli studenti fuori sede, all’attività fisica non agonistica dei ragazzi, alle spese funebri, alle spese sostenute per gli abbonamenti al trasporto pubblico, e molto ma molto altro ancora.

Un elenco dettagliato è possibile trovarlo sul sito 730 precompilato.it dove oltre a trovare tante ulteriori voci di spesa, molte delle quali risultano sconosciute alla massa, trovate delle guide che vi conducono passo passo alla compilazione del 730 precompilato e dell’ISEE precompilato (novità a partire dal 2020) mediante la piattaforma on line dell’INPS o del sito dell’Agenzia delle Entrate.

La compilazione autonoma dei redditi, facilitata tramite la pre-compilazione degli stessi eseguita dall’Agenzia delle Entrate in cooperazione con l’INPS consente un ulteriore risparmio relativo alla spesa da liquidare al commercialista per eseguire le pratiche in questione. Ed anche questo, con un po’ di impegno personale non è per nulla trascurabile.

Deduzioni fiscali

Esiste un ulteriore metodo che consente di ridurre l’ammontare delle tasse da versare. Si tratta delle deduzioni. Queste, quando applicabili, intervengono a monte riducendo la vostra RAL, sulla quale vengono determinate le Tasse che versate, di una cifra pari all’ammontare delle deduzioni che eseguite. In definitiva se eseguite ad esempio 5mila euro di deduzioni annue, risulterà che la vostra RAL sarà più bassa proprio di 5mila euro.

I capitoli di spesa sui quali risulta possibile eseguire le deduzioni sono diversi e si va dalla possibilità di poter contribuire mediante i fondi pensione per rifocillare la quota della futura pensione complementare (sul sito sopra indicato trovate un articolo che descrive nel dettaglio tutti i vantaggi che si potrebbero ottenere nell’adottare una soluzione di questo tipo), ma anche erogazione di contributi previdenziali e pensionistici, erogazioni a favore di istituzioni religiose o di ONG oppure ad istituzioni di utilità sociale e molte altre come anche gli investimenti nelle start up.

Esiste anche la possibilità delle erogazioni a favore di istituti scolastici e quelle a sostegno della cultura che in maniera diversa danno diritto ad un credito di imposta differente ed hanno comunque una limitazione massima che è funzione della tipologia di deduzione scelta.

Bisogna comunque precisare che in maniera del tutto generale ma comunque reale, le detrazioni vanno a supporto dei redditi medio bassi mentre l’efficacia delle deduzioni è riscontrabile con i redditi medio alti dove l’elevata tassazione prevista fa sì che risulti vantaggioso usufruire di quest’ultime.

Concludendo si può tranquillamente affermare che, facendo un’analisi attenta e studiando nel dettaglio i dettami della fiscalità e ciò che è previsto dal punto di vista normativo, anche appoggiandosi a dei siti molto smart e ben fatti come quello sopra riportato, si possono cogliere dei vantaggi non trascurabili che, in funzione delle spese che annualmente siete costretti a sostenere, vi potrebbero far rientrare un certo tesoretto che potreste usare come meglio credete. E cosa c’è di meglio di una bella vacanza nei vostri posti preferiti?

I commenti sono chiusi

Tema di Anders Norén