Tutto il meglio delle Dolomiti e del Cadore

Domegge di Cadore

Laghi di Cancano: uno spettacolo della natura artificiale

Ci sono casi in cui l’uomo, nel realizzare opere a supporto delle proprie necessità, modifica la morfologia dei territori creando luoghi dallo spettacolo mozzafiato, che sembrano del tutto naturali.

E’ il caso dei laghi di Cancano, due bacini idrici artificiali contigui di proprietà della A2A, che si trovano immersi in un’area naturalistica di sorprendente bellezza.

Costruiti alla fine degli anni ‘50 con lo scopo di alimentare una centrale idroelettrica nell’alta Valtellina, nel comune di Valdidentro in provincia di Sondrio, i laghetti artificiali di Cancano vengono alimentati principalmente dalle acque del fiume Adda, oltre che dallo Spòl, dai torrenti Alpe, Gavia, Frodolfo, Zebrù, Braulio, Viola e Forcola.

Laghi di Cancano: le escursioni

I due laghi denominati Cancano I (o lago di San Giacomo) e Cancano II, di dimensioni doppie rispetto al primo, oltre ad assolvere al compito principale per il quale sono stati costruiti, offrono diverse opportunità turistiche di tutto rispetto, regalando panorami magnifici e un’immersione totale nella natura.

Le dighe di Cancano, con il loro sorprendente territorio circostante, sono l’ambiente ideale per gli escursionisti che si vogliono cimentare in rilassanti passeggiate a piedi, per chi vuole fare trekking, o anche seguire percorsi tra i boschi in mountain bike.

Tour in Mountain Bike

Per gli appassionati delle bici esiste la possibilità di noleggiare le mountain bike e poter girare, tramite dei sentieri predisposti, il perimetro dei laghi di Cancano.

Impresa facile anche per i non “allenati”, il percorso lungo i suoi 16 km offre scorci e panorami che tolgono il fiato e che si possono fare anche a piedi. I sentieri consentono di girovagare immersi in una natura variegata natura, godendo dell’aria pulita.

I percorsi in terra battuta sono ben tenuti e le pendenze presenti lungo i percorsi sono praticabili anche per le persone meno preparate, seppur i laghi si trovino a circa 2000 metri di quota.

Esiste la possibilità di noleggiare anche le e-bike, più conosciute come bicicletta a pedalata assistita, per consentire a tutti la possibilità di vivere questa fantastica esperienza. Oltre alle bici, si possono noleggiare carrelli cabinati per i più piccoli usufruendo di sconti famiglia davvero vantaggiosi e, se decidete di fare l’escursione con i vostri amici animali, troverete dei trasportini a noleggio anche per loro.

Il Rifugio dei laghi di Cancano

Lungo il percorso ci si può fermare per rifocillarsi presso vari ristori, come il rifugio Rifugio Val Fraele, che offre sia la possibilità di soggiornarvi, sia di poter mangiare ottime pietanze del posto. Posto tra le due dighe e baciato dal sole per tutto l’arco della giornata, il rifugio offre una splendida vista su tutta la valle, ideale per chi desidera immergersi nella natura per rigenerarsi.

Passeggiata nei sentieri

Per chi volesse fare dei pic-nic in famiglia nella natura, godendo magari di un panorama che riempie gli occhi ma soprattutto l’animo, il posto offre aree attrezzate in cui ci si può fermare e poi ripartire per un’escursione, seguendo i vari sentieri presenti.

Tra i percorsi più belli c’è quello sulla diga, dalla quale si può ammirare la bellezza e l’imponenza della struttura, apprezzando come a volte le capacità ingegneristiche dell’uomo vengano coniugate in perfetta armonia con l’ambiente, senza ferirlo.

Il giro dei laghi di Cancano e i cervi

Ci sono itinerari su sentieri facili, adatti a tutta la famiglia, che permettono di fare il giro completo del lago di S. Giacomo, attraversare la diga e tornare al punto di partenza costeggiando sempre la diga di Cancano.

Gradevole in qualsiasi stagione, il momento migliore per visitare questo luogo e i suoi dintorni è a inizio autunno, quando si potrà ammirare i colori splendidi delle praterie.

Un’esperienza unica, da fare accompagnati dalle guide esperte del posto, è appostarsi per ammirare i cervi adulti che vivono tra i boschi. L’esperienza va vissuta con pazienza, in silenzio e con la giusta dose di calma che un avvistamento di questo tipo impone. Se sarete fortunati potrete anche assistere ad un combattimento tra i cervi maschi che si contendono le femmine nella stagione degli “amori”.

Durante il corso dell’anno vengono organizzate diverse manifestazioni, soprattutto di natura sportiva, che attraggono numerosi turisti e appassionati che si arrampicano fino a questi laghi per vivere un’esperienza sportiva in un ambiente “naturale” paradisiaco.

Qualsiasi sia il motivo che vi spinge a visitare questi laghi vi assicuro che rimarrete oltre che soddisfatti anche meravigliati, non posso che augurarvi di visitarli il prima possibile.