28 Novembre 2022

Domegge di Cadore

Tutto il meglio delle Dolomiti e del Cadore

Carta da parati adesiva: come si appiccica

Carta da parati adesiva come si appiccica

Sia che tu stia creando una parete d’accento o coprendo un’intera stanza, la carta da parati adesiva è una meravigliosa alternativa ai tradizionali rivestimenti murali. Per tale motivo, di seguito ti spiegheremo nei dettagli di cosa si tratta e come procedere per applicarla correttamente sulle pareti di casa tua.

Cos’è la carta da pareti adesiva?

La carta da parati adesiva è un modo semplice per aggiornare le pareti della casa. A differenza di quella tradizionale, ha un adesivo già applicato sul supporto, quindi non è necessario preparare del collante. Tutto quello che devi fare è rimuovere il supporto protettivo e premerlo sulla superficie prevista per un effetto istantaneo. Questa procedura è la stessa per diverse tipologie di carta da parati adesiva per cui se non riesci a rimuovere la carta da parati con le mani (o se si stacca in pezzi piccoli), si tratta del tipo tradizionale. In questo caso dovrai necessariamente farlo utilizzando un prodotto distaccante per carta da parati oppure a vapore ma, per evitare questo problema, ti consigliamo di rivolgerti a tipografie professionali come Adesivimurali.com che propone diverse tipologie di carta da parati adesiva.

Preparare la parete e ridimensionare la carta

Prima di iniziare ad appiccicare la tua nuova carta da parati adesiva, devi innanzitutto preparare la stanza, ridimensionare la carta e pianificare il layout. Una volta terminato il lavoro iniziale, è il momento di applicare la carta da parati adesiva alle pareti. Per iniziare, pulisci i muri perimetrali della stanza con acqua e una spruzzata di alcol denaturato. Questa accortezza ti aiuta a rimuovere sporco e grasso, e nel contempo ti garantisce una migliore adesione della carta. Fatto ciò, trova il tuo punto di partenza. Per appendere la carta da parati adesiva hai bisogno di un filo a piombo dal soffitto al pavimento su cui lavorare. Una volta ottemperato a ciò, disegna una linea di partenza liscia e dritta a matita. Per il tuo primo pezzo, considera una sporgenza da 2,5 a 5 cm su ciascuna estremità della carta. Se quindi la parete è 2.64 cm, allora considera il suddetto margine per tagliare la carta di 2.75 centimetri. A questo punto inizia lentamente a staccare la carta adesiva, levigandola e fissandola al muro mentre procedi con le mani oppure un rullo di peluche. Questo passaggio serve per assicurarti che non si formino bolle d’aria e pieghe, e quindi ideale per ottenere una superficie murale perfettamente piana.

Tagliare la carta in alto e in basso della parete

Prima di procedere al taglio della carta adesiva in eccesso che si trova sulla parte alta e bassa della parete ossia all’altezza del soffitto e del battiscopa, se ritieni di aver commesso qualche errore durante la posa, la carta da parati adesiva la puoi staccare e riposizionarla meglio, mentre se si dovesse formare qualche bolla puoi rimediare usando uno spillo per fare un piccolo foro nella carta e far uscire l’aria. Premesso ciò, una volta che hai rivestito tutte le pareti della stanza con la carta da parati adesiva, non ti resta che usare un taglierino e far scorrere delicatamente la lama con un angolo di 90 gradi, per formare una linea retta utilizzando magari un righello come guida. Stacca man mano la carta da parati in eccesso e premi saldamente il bordo appena tagliato sul muro, facendo la medesima operazione anche all’altezza del soffitto. A margine va detto che se che la carta da parati adesiva presenta delle figure geometriche, per un puro fattore estetico cerca sempre di congiungere tra loro le linee verticali, viceversa se sono immagini tipo quelle floreali questa accortezza potrebbe non essere necessaria, anche se è meglio prestare un minimo d’attenzione.