28 Novembre 2022

Domegge di Cadore

Tutto il meglio delle Dolomiti e del Cadore

Webtoon: dai fumetti cartacei al digitale

Webtoon dai fumetti cartacei al digitale

I webtoon sono una specifica tipologia di manga coreani, quest’ultimi chiamati manhwa. La differenza tra i due è che i webtoon coreani sono digitali e a colori, a differenza dei classici fumetti koreani. Ecco cosa sapere sull’argomento se hai intenzione di diventare mangaka o webtoonist.

Nascita e sviluppo dei webtoon coreani

Webtoon: cosa sono? Non si tratta di ebook, ma dei veri e propri fumetti che sono stati creati appositamente per essere letti in modo digitale. La loro nascita avviene intorno al 2003, grazie all’avanzamento della tecnologia, ma solo dopo qualche anno guadagneranno la fama che hanno attualmente in Corea del Sud. Ma prima di conoscere le loro caratteristiche in dettaglio è importante parlare del loro processo di diffusione partendo dalla nascita dei fumetti coreani cartacei. I manhwa, infatti, sono la base di tutto. Nascono in seguito ai manga giapponesi, dai quali prendono ispirazione. Questo perché quando sono nati i manga giapponesi hanno avuto un immediato successo in tutto il mondo, compresa la Corea del Sud. A quel punto, i mangaka coreani desideravano creare un prodotto proprio per intrattenere il pubblico. Anche i manhwa raggiungono il successo bramato in tempi brevi, fino ad arrivare alla loro evoluzione digitale.

Caratteristiche dei webtoon coreani

Questi disegni in formato a scorrimento verticale sono perlopiù indirizzati ad un pubblico adulto e hanno lo scopo di essere letti da un cellulare o un tablet. Una delle differenze che più aggradano gli interessati del genere è che i webtoon manga sono a colori e si differenziano quindi dal classico manga coreano e giapponese, che si presenta in bianco e nero. Inoltre, essendo digitali, i webtoon possono essere accompagnati da contenuti multimediali e da musica, in base alle preferenze di chi li crea.
Gli episodi dei webtoon non superano le 60 vignette: questo significa che sono molto più brevi rispetto ai manga cartacei, velocizzando così il ritmo narrativo e rendendo la lettura più scorrevole. Ma quali sono le narrazioni più frequenti scelte dai webtoonist? Solitamente, si opta per il genere fantasy e noir, ma ciò non esclude che possano esserci episodi inerenti alla vita lavorativa dei personaggi, durante i quali vengono riscontrate difficoltà o intrighi da risolvere.

Diventare un webtoonist: le capacità richieste

I fumetti coreani digitali hanno da sempre rappresentato un grande vantaggio per i cosiddetti webtoonist. Infatti, gli appassionati del genere possono auto pubblicare i propri lavori, senza il bisogno di sottostare e appoggiarsi ad una casa editrice. Questo comporta un risparmio in termini economici non indifferente e l’autonomia in tutto il processo. In questo modo, basterà formarsi nel modo adeguato per creare i manga koreani e per raggiungere il successo nel settore. Ovviamente, si dovranno possedere anche diverse conoscenze e competenze tecnologiche e di utilizzo dei software appositi per la creazione dei fumetti digitali. La passione per questa forma artistica, quindi, non basta.
Qui vengono proposti strumenti, tutorial e video corsi per aiutare chi desidera muovere i primi passi lungo questa strada e coltivare la propria passione per la creazione di webtoon coreani: https://www.luccamangaschool.com/webtoon-manga-coreani/. È una scuola che offre video corsi, nei quali vengono spiegate le migliori tecniche per disegnare nel modo corretto i manga coreani sia sul cartaceo che nel digitale. Un video corso non sarà sufficiente per diventare un mangaka professionista, dato che come per ogni forma artistica vi è necessità di anni di studio e pratica, ma delle mini lezioni saranno sicuramente un buon inizio per conoscere questa pratica. In seguito, queste competenze iniziali potranno essere coltivate in ulteriori corsi di formazione per migliorare nell’ambito d’interesse.